Le news di sTRANO nETWORK

(traduzione dal sito www.lahaine.f2s.com)

LA POLIZIA SPAGNOLA INIZIA UN’OPERAZIONE DI SPIONAGGIO E CRIMINALIZZAZIONE DEL MOVIMENTO ANTIGLOBALIZZAZIONE IN INTERNET A CAUSA DELLA PRESIDENZA EUROPEA

Adolfo Mena / Rebellión


Ciò che era un segreto di Pulcinella è stato ammesso negli ultimi giorni dalla polizia Nazionale spagnola e diffuso da diverse agenzie di stampa - Efe e Colpisa e da numerosi mezzi di comunicazione El Norte de Castilla, Ideal, Las Provincias, La Verdad -. I Servizi di Informazione della Polizia e della Guardia Civil hanno rivelato che da dicembre spiano e rastrellano le reti di informazione alternativa in internet con l’obiettivo di contrastare il movimento antiglobalizzazione.


“L’informazione e la prevenzione sono le nostre armi principali”, è stata la giustificazione degli esperti della Polizia Nazionale in dichiarazioni all’agenzia di notizie Colpisa. Le stesse fonti hanno enumerato otto server di notizie alternativi che hanno criminalizzato come “pilastri degli antisistema per distribuire in tutta Europa i calendari delle principali mobilitazioni e tattiche di guerriglia urbana”.


I siti criminalizzati, secondo i dati forniti dai servizi di polizia ai mezzi di comunicazione, sono: Barcelona Indymedia, Observatorio Global, International Protest Action, Nodo 50, Acción Internacional de Estudiantes, Rebelión, La Haine e Sin Dominio.


Senza che vi fosse alcuna accusa giudiziaria né alcuna iniziativa legale contro questi collettivi, i servizi di polizia hanno iniziato una campagna di criminalizzazione contro questi mezzi di comunicazione alternativa. Le fonti della polizia difendono il loro spionaggio sostenendo che si preparano sabotaggi di eventi previsti e “inviti alla lotta di strada”. Gli esperti di sicurezza, senza fornire dati né alcuna prova, dal Ministero degli Interni affermano di aver scoperto tattiche di guerriglia urbana e forme di sabotaggio per provocare e fare fronte alle forze di sicurezza che agiscano durante le manifestazioni.


Le forze di polizia giustificano le loro azioni di spionaggio e criminalizzazione con gli avvenimenti di Genova, dove la polizia ha assassinato un manifestante. Quella giornata di repressione ed assassinio è definita dal portavoce della polizia spagnola, in dichiarazioni a Colpisa, “gravi mancanze delle forze antisommossa italiane, causate dalla mancanza, precisamente, di informazione”.


Questo spionaggio è stato riconosciuto, anche, dalla Delegata del Governo (figura simile a quella del Prefetto, n.d.t.) della Comunità di Valencia, Carmen Mas, che lunedì scorso ha affermato che “la polizia indaga da mesi, in internet, sui movimenti dei gruppi antiglobalizzazione e ha spiegato che queste indagini si sono intensificate in prossimità della celebrazione, a Valencia del Vertice Euromediterraneo, il prossimo mese di aprile”, secondo quanto diffuso dall’agenzia Efe. La stessa Delegata del Governo ha riconosciuto che “queste fonti di informazione sono indagate dalla Polizia in altri paesi della Comunità”.


T a c t i c a l M e d i a C r e w
http://www.tmcrew.org
e-mail: tactical@tmcrew.org


-------------------- keep.free.media.free -----------------------

 


Indice delle news
Indice delle news